1. Home
  2. |
  3. Concerti
  4. |
  5. Aspern. La musica di Salvatore Sciarrino...

Aspern. La musica di Salvatore Sciarrino inaugura 900presente

da | Nov 3, 2022 | LEGGI, Concerti

Sarà Aspern di Salvatore Sciarrino ad aprire la ventiquattresima stagione di 900presente all’Auditorio Stelio Molo RSI, domenica 27 novembre 2022, con la direzione di Arturo Tamayo. L’opera, scritta da Sciarrino con Giorgio Marini nel 1978, è un singspiel in due atti che si rifà al famoso racconto di Henry James, Il carteggio Aspern, apparso per la prima volta sulla rivista “The Atlantic Monthly” nel 1888.
Nel racconto di James, la voce narrante è un critico letterario ossessionato dall’oggetto dei suoi studi, Jeffrey Aspern, un immaginario poeta romantico americano. La sua bramosia intellettuale lo porta a desiderare di impadronirsi di un carteggio inedito del poeta, custodito dalla sua ormai decrepita amante e musa ispiratrice, Juliana Borderau, che vive segregata in un decadente palazzo veneziano, accudita dalla nipote Tina. La fama del racconto di James si deve non tanto alla costruzione della vicenda, quanto all’abilità dell’autore di riportare continuamente il lettore sulle coscienze dei personaggi, di lavorare sull’assenza come essenza del racconto.

Un terreno fertile per la musica sottile, soffiata, misteriosa di Sciarrino, che per il suo Aspern rielabora i personaggi di James, astraendo e frammentandone qualsiasi logica: gli attori recitano a volte le loro battute, a volte quelle di altri personaggi e spesso sentiamo le loro voci senza vederli. In una fluidità di genere che trova la sua massima sintesi nel monologo di chiusura recitato da un ermafrodito, e che spinge l’ascoltatore a imparare un diverso modo di ascoltare e di percepire la realtà. «Lo sgretolarsi delle pietre, il grido animale racchiuso negli strumenti, il vento e il fiato. Non distinguiamo più chi respira: siamo noi? L’esecutore? Ci destiamo dentro il suono, al centro, la percezione del mondo ne viene rigenerata…» ci suggerisce Marco Angius a proposito della musica di Sciarrino[1].

Con la collaborazione di RSI Fiction Audio, il concerto Aspern di 900presente mette in scena l’opera di Sciarrino costruendo un vero e proprio “teatro del suono”, in cui le delicate sfumature della musica e della parola – ricordiamo che gli attori in scena sono diretti dalla regista Sara Flaadt – sono portate alle orecchie del pubblico attraverso l’ascolto in cuffia. Solo microfoni vicinissimi agli strumenti, infatti, possono riportare alle orecchie i sussurri delle note e restituirne la spazialità.

Francesco Bossaglia, Direttore dell’Ensemble900, ci guida all’ascolto del concerto in un video ipnotico firmato dal regista Fabrizio Rosso:

 

__________

900presente
XXIV stagione 2022/23

Salvatore Sciarrino (1947)
Aspern (1978)*
Singspiel in due atti di Giorgio Marini e Salvatore Sciarrino da Henry James

Ensemble900
Soprano Elisa Prosperi
Narratore Daniele Ornatelli
Titta Jasmine Laurenti
Juliana Giuseppe Palasciano
e con Diego Pitruzzella

Regia Sara Flaadt
Direzione Arturo Tamayo

In coproduzione con Fiction Audio RSI
*prima esecuzione svizzera

Il concerto è trasmesso dalla RSI in videostreaming

 

[1] Marco Angius, Come avvicinare il silenzio. La musica di Salvatore Sciarrino, Il Poligrafo (2020)
Salvatore Sciarrino (Palermo, 1947) ha iniziato a comporre dodicenne, tenendo il primo concerto pubblico nel 1962. Nel 1977 è avvenuta la prima rappresentazione assoluta della sua Berceuse variata diretta da Claudio Abbado alla Scala di Milano. Fra il 1978 e il 1980 è stato direttore artistico del Teatro Comunale di Bologna e nel 1987 ha presentato in prima esecuzione moderna al Rossini Opera Festival, una versione per orchestra della cantata Giovanna d’Arco, composta originalmente per voce sola e pianoforte da Gioachino Rossini nel 1832. Nel 1985 per il Teatro La Fenice di Venezia, nel Chiostro di San Niccolò al Lido avviene la prima esecuzione di Canzoni del XX secolo e un’anamorfosi con orchestrazioni ed elaborazioni proprie con Alide Maria Salvetta. Sciarrino ha insegnato al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano (1974-83), a Perugiia (1983-87) e al Conservatorio Cherubini di Firenze (1987-96). Parallelamente, Sciarrino ha tenuto corsi di perfezionamento e masterclass; da segnalare quelli di Città di Castello dal 1979 al 2000. Tiene dal 2013 il corso di composizione presso l’Accademia Musicale Chigiana, dove ha già insegnato nel 1983 e nel 2002. Accademico di Santa Cecilia, Accademico delle Belle Arti della Baviera e Accademico delle Arti (Berlino), ha ricevuto numerosi riconoscimenti fra cui il Premio Prince Pierre de Monaco (2003) e il Premio Internazionale Feltrinelli (2003).  È stato inoltre vincitore, nel 2006, del Musikpreis Salzburg, premio internazionale di composizione recentemente istituito dal Land di Salisburgo. Ha pubblicato con Casa Ricordi dal 1969 al 2004; dall’anno seguente, l’esclusiva delle opere di Sciarrino è passata a Rai Trade. Vastissima la sua discografia, comprendente oltre novanta titoli, pubblicati da etichette internazionali e più volte segnalati e premiati. Oltre che dalla maggior parte dei libretti delle proprie opere teatrali, Sciarrino è autore di una ricca produzione di articoli, saggi e testi di vario genere; alcuni sono stati scelti e raccolti in Carte da suono. Di rilievo il suo libro interdisciplinare sulla forma musicale Le figure della musica da Beethoven a oggi (tratto da Wikipedia).
Musica contemporanea

Ti potrebbe anche interessare

Di latte, lacrime e ricordi. Intervista a Nora Doallo

Di latte, lacrime e ricordi. Intervista a Nora Doallo

Nora Doallo va di fretta. Di fretta lei e i suoi pensieri. Quando guarda un punto sul tavolo dopo una domanda, scava dentro ai suoi ricordi. Scuote la testa, alza una mano per un gesto che spiega l’invasione di immagini e pensieri nella sua mente. Fa ordine e poi mi...


Ricerca


Categorie


Vignetta del mese


Playlist del mese

  • Playlist del mese

    Jörg Zatachetto

    Responsabile Amministrativo
    M. von Milland, Matatz, Eisack (2023)
    F. De André, Canzone del maggio – Liberamente tratta da un canto del maggio francese 1968, Storia di un impiegato (1973)
    E. Clapton, Crossroads – Live at the Royal Albert Hall, Rock Version, The Definitive 24 Nights Live (2023)
    U2, Silver And Gold – Live – Rattle & Hum Version, Rattle & Hum (1988)
    Dire Straits, Sultans Of Swing, Dire Straits (1978)
    AC/DC, It’s a Long Way to the Top (If You Wanna Rock’N’Roll), High Voltage, (1976)
    Queen, Bohemian Rhapsody, A Night at the Opera (2011 Remaster) (1975)
    W. A. Mozart, Piano Sonata No.2 in F Major, K. 280: III. Presto - Live, Grigory Sokolov
    G. Puccini, Madama Butterfly, Act 2: “Un bel dì vedremo” (Butterfly), M. Callas, H.von Karajan, Orchestra del Teatro alla Scala, Warner Classics (1955)
    J. S. Bach, Cello Suite No.1 in G Major, BWV 1007: I. Prélude, Yo-Yo Ma, Bach: Cello Suites Nos. 1, 5 & 6 (1983)

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in programma.