1. Home
  2. |
  3. Politica culturale
  4. |
  5. Lorenzetta Zaugg (UFC) presenta il programma...

Lorenzetta Zaugg (UFC) presenta il programma di sostegno ai giovani talenti musicali

da | Set 7, 2023 | LEGGI, Politica culturale

Per approfondire il programma federale “Giovani Talenti Musica”, abbiamo intervistato Lorenzetta Zaugg, collaboratrice scientifica per la formazione musicale all’Ufficio Federale della Cultura (UFC).

Signora Zaugg, qual è lo scopo del programma federale “Giovani Talenti Musica” e come si distingue dal programma “Gioventù e Musica” (G+M)?
L’obiettivo della Confederazione è quello di realizzare col programma “Giovani Talenti Musica” una promozione interconnessa e coordinata a livello nazionale, che consolidi l’alto livello della cultura musicale svizzera, promuova i talenti musicali e prepari i futuri studenti di musica all’ingresso in una Scuola universitaria di musica. Per ottenere un sostegno ottimale, i bambini e i giovani con particolari capacità e potenzialità musicali devono essere riconosciuti precocemente e sostenuti in modo mirato e sostenibile in base alle loro esigenze individuali.
Non tutti i talenti musicali vogliono seguire il percorso professionale. Pertanto, devono esserci offerte di sostegno adeguate ai diversi bisogni dei talenti nelle varie materie e stili. È importante che i programmi di sostegno siano accessibili, vale a dire che siano finanziariamente sostenibili per le famiglie e geograficamente accessibili.
La Confederazione non gestisce un proprio sistema di promozione dei talenti ma si basa sui programmi sviluppati a livello cantonale. Se i programmi cantonali soddisfano i requisiti minimi richiesti dalla Confederazione in base all’ordinanza “Giovani Talenti Musica”, la Confederazione stipula un contratto di prestazioni con i cantoni e concede loro aiuti finanziari per la promozione dei talenti. L’Ufficio federale della cultura (UFC) sarà probabilmente in grado di stipulare i primi contratti di prestazioni quest’anno. Ulteriori informazioni sul programma sono disponibili sul sito web dell’Ufficio federale della cultura: Giovani Talenti Musica.
Il programma “Gioventù e Musica” (G+M), invece, all’insegna del motto “La musica è unione – la musica è movimento”, si concentra principalmente sul sostegno a bambini e giovani che suonano, cantano e creano musica. Dal 2017, la Confederazione sostiene corsi e campi di musica in contesti extrascolastici gestiti da monitrici e monitori G+M. I nostri partner sono, ad esempio, associazioni musicali, scuole di musica e, nell’ambito delle materie facoltative, anche scuole. Ad oggi, sono già stati organizzati 1’650 corsi e 2’100 campi J+M con quasi 54’000 bambini e giovani partecipanti. Ulteriori informazioni su G+M sono disponibili sul nostro sito web: Gioventù e Musica.

Qual è il ruolo dei Pre-College all’interno di questo programma?
Con le sue offerte strutturate, il Pre-College consente di preparare il passaggio a una Scuola universitaria di musica per quei talenti che hanno scelto la musica come percorso professionale. Esistono già diverse forme di cooperazione intercantonale a questo livello. D’altra parte, i giovani talenti che non desiderano intraprendere la carriera di musicista hanno la possibilità di continuare a ricevere un sostegno musicale fino al livello “Avanzato II” nel programma “Giovani Talenti Musica”.
L’ordinanza ” Giovani Talenti Musica ” definisce il Pre-College come il quarto livello di sostegno del programma ” Giovani Talenti Musica “. I precedenti livelli di sostegno “Base”, “Avanzato I” e “Avanzato II” devono essere concepiti in modo tale che un talento possa passare al Pre-College se sono soddisfatti i prerequisiti.

E quale ruolo è previsto per le Scuole universitarie di musica?
Le Scuole universitarie di musica sono responsabili della formazione degli aspiranti musicisti professionisti e sono quindi elementi importanti nel sistema di educazione musicale. Prima di passare a una Scuola universitaria di musica, i talenti di solito frequentano un Pre-College, che è l’ultimo livello del programma “Giovani Talenti Musica”. Di conseguenza, le offerte di questo livello devono essere orientate ai requisiti delle Scuole universitarie di musica.

 

Ufficio Federale di Cultura | Giovani Talenti Musica | Pre-College

Ti potrebbe anche interessare

Raccontare una Scuola. Editoriale di Chiara Tinonin

Raccontare una Scuola. Editoriale di Chiara Tinonin

Nelle prossime settimane si concluderà la programmazione dell’anno scolastico e accademico e con essa sospenderà per la pausa estiva anche il CSI Magazine. Per il secondo anno consecutivo questa pagina ha accompagnato, con una periodicità mensile, tutte le diverse...

I Superpoteri della Musica. Il commento di Angela Greco

I Superpoteri della Musica. Il commento di Angela Greco

Lo scorso 12 aprile si è tenuto presso la Scuola di Musica del CSI, l'evento  “I Superpoteri della Musica”. Un appuntamento che ha coinvolto scienziati e musicisti, per presentare gli impatti sociali della musica e dell’educazione musicale ai rappresentanti della...

In ricordo di Thomas Kessler. Le parole di Nadir Vassena

In ricordo di Thomas Kessler. Le parole di Nadir Vassena

Thomas Kessler è stato senza dubbio uno dei padri della musica elettronica. Oltre ad essere un compositore sempre alla ricerca di nuove strade, senza snobbare le esperienze pop o quelle più sperimentali, ha lasciato anche un segno importante come organizzatore. Nato a...


Ricerca


Categorie


Vignetta del mese


Playlist del mese

  • Playlist

    Alessandra Filippi

    Segretaria di Direzione SMUS
    H. Villa Lobos, Bachianas Brasileiras nr. 5 W389, M. Tilson Thomas, Renée Fleming, New World Symphony (1996)
    Sting, My one and only love, A touch of jazz, R&UT (2020)
    Sandy Müller, Rosa Morena, Falsa Rosa, ODd Times Records (2010)
    Antonio Carlos Jobim, Desafinado, João Gilberto, Jobim Music (1959)
    Claude Debussy, Claire de lune, Moura Lympany, Angel Records (1995)
    Ottorino Respighi, Feste romane, John Neschling, OSESP, BIS (2010)
    Margaritena, Innocente carreno, G. Dudamel, Simon Bolivar Symphony, Deutsche Grammophon (2008)
    John Adams, Lollapaloosa, Michael Tilson Thomas, New world symphony, BMG Music (1998)
    John Legend, I do, Bigger Love, Columbia Records (2020)
    E. De Curtis, Torna a Surriento, Luciano Pavarotti, Royal Philharmonic Orchestra, Kurt Herbert Adler, Gala Concert, Royal Albert Hall, Decca (1982)

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in programma.